Vietato il riconoscimento facciale per controllare le presenze dei dipendenti

Tags:

Il Garante per la protezione dei dati personali, con Newsletter n. 520 del 28 marzo 2024, ha affermato che non è possibile utilizzare il riconoscimento facciale per il controllo delle presenze dei lavoratori.

 

Al momento, l’ordinamento vigente non consente il trattamento dei dati biometrici dei dipendenti per finalità di rilevazione della presenza in servizio.

 

Inoltre, dall’attività ispettiva del Garante, è emerso che le aziende che avevano utilizzato tale sistema di rilevazione biometrica, non avevano adottato misure tecniche e di sicurezza adeguate, non avevano fornito un’informativa chiara e dettagliata ai lavoratori, né avevano effettuato la valutazione d’impatto prevista dalla normativa privacy.

 

Il Garante, evidenzia inoltre, che le aziende avrebbero dovuto più opportunamente utilizzare sistemi meno invasivi per controllare la presenza dei propri dipendenti e collaboratori sul luogo di lavoro (come ad es. il badge).

 

Apri link

L’articolo Vietato il riconoscimento facciale per controllare le presenze dei dipendenti sembra essere il primo su Ebinter.

Categories

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contributo nascite/inflazione

Domande presentabili a partire dal 15 Ottobre

 


L’Ente Bilaterale Territoriale del Terziario della Provincia Taranto, al fine di realizzare un sostegno per le famiglie dei dipendenti delle aziende aderenti, ha deliberato di assegnare a coloro che ne fanno richiesta, un contributo economico a sostegno delle famiglie.

Scopri i contributi dispobili

This will close in 0 seconds