Una tantum per i lavoratori a tempo parziale ciclico

Tags:

Pubblicato, nella Gazzetta Ufficiale n. 244 del 18 ottobre c.a., il Decreto Legge n. 145 del 18 ottobre 2023 recante “Misure urgenti in materia economica e fiscale, in favore degli enti territoriali, a tutela del lavoro e per esigenze indifferibili” (c.d. Decreto Collegato alla Manovra di Bilancio).

 

In particolare, l’articolo 18 prevede l’attribuzione, per l’anno 2023, di un’indennità una tantum pari a 550 euro ai lavoratori dipendenti di aziende private titolari di un contratto di lavoro a tempo parziale ciclico verticale nell’anno 2022.

 

Il contratto di lavoro deve avere al suo interno periodi non interamente lavorati di almeno un mese in via continuativa, complessivamente non inferiori a sette settimane e non superiori a venti settimane, dovuti a sospensione ciclica della prestazione lavorativa.

 

La richiesta dovrà essere presentata dal singolo lavoratore il quale, alla data della domanda, non deve essere titolare di altro rapporto di lavoro dipendente ovvero percettore di Naspi né di un trattamento pensionistico.

 

L’indennità può essere riconosciuta solo una volta al medesimo lavoratore, non concorre alla formazione del reddito e viene erogata dall’Inps che provvede anche al monitoraggio del limite di spesa complessivo di 30 milioni di euro per l’anno 2023.

L’articolo Una tantum per i lavoratori a tempo parziale ciclico sembra essere il primo su Ebinter.

Categories

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contributo nascite/inflazione

Domande presentabili a partire dal 15 Ottobre

 


L’Ente Bilaterale Territoriale del Terziario della Provincia Taranto, al fine di realizzare un sostegno per le famiglie dei dipendenti delle aziende aderenti, ha deliberato di assegnare a coloro che ne fanno richiesta, un contributo economico a sostegno delle famiglie.

Scopri i contributi dispobili

This will close in 0 seconds