Commissione di conciliazione

La Commissione Provinciale di Conciliazione ha il ruolo fondamentale di risolvere le controversie individuali e collettive in ambito lavorativo, prima che esse approdino davanti al giudice.

Commissione di Conciliazione bilaterale

Alla Commissione di Conciliazione Bilaterale sono demandate, secondo quanto previsto dagli artt. 410 e seguenti del codice di procedura civile come modificati dal Decreto Legislativo 31/3/1998 n. 80 e dal Decreto Legislativo 29/10/98 n. 387, le controversie individuali singole o plurime relative all’applicazione del CCNL Terziario e della contrattazione territoriale o aziendale comunque riguardante rapporti di lavoro nelle aziende comprese nella sfera di applicazione del contratto nazionale citato.

L’iter ha inizio con l’istanza alla Commissione mediante le associazioni sindacali o imprenditoriali. Tale istanza è da presentare in duplice copia, in seguito la Commissione iscritta all’E.BI.TER si riunirà gratuitamente per le aziende in regola con i versamenti da almeno un anno, per cercare di risolvere la controversia.

La commissione di conciliazione è in fase di costituzione.

Nasciamo con lo scopo di essere l’Ente di riferimento della bilateralità per tutte le Aziende operanti sulla provincia di Taranto nei settori, Terziario e Servizi.

P.IVA/C.F.: 90025270738

  • 099 779 6334
  • 099 779 6323
  • 74100 Taranto
  • Via Magnagrecia, 119

Newsletter
Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.

L’Ente Bilaterale Nazionale del settore Terziario è un organismo paritetico costituito dalle organizzazioni sindacali nazionali dei datori di lavoro e dei lavoratori: CONFCOMMERCIO e FILCAMS-Cgil, FISASCAT-Cisl, UILTuCS-Uil sulla base di quanto stabilito dal CCNL del Terziario, della Distribuzione e dei Servizi.

Contributo nascite/inflazione

Domande presentabili a partire dal 15 Ottobre

 


L’Ente Bilaterale Territoriale del Terziario della Provincia Taranto, al fine di realizzare un sostegno per le famiglie dei dipendenti delle aziende aderenti, ha deliberato di assegnare a coloro che ne fanno richiesta, un contributo economico a sostegno delle famiglie.

Scopri i contributi dispobili

This will close in 0 seconds