Nuove soglie di reddito per la cumulabilità di NASpI e reddito da lavoro

Tags:

L’Inps, con messaggio n. 1414 del 9 aprile 2024, ha comunicato le nuove soglie di reddito da lavoro subordinato/parasubordinato e autonomo ai fini della compatibilità con le prestazioni di disoccupazione NASpI e DIS-COLL.

Il D.Lgs. n. 22/2015 prevede, per la NASpI, la possibilità di cumulo con i redditi derivanti da attività lavorativa subordinata/parasubordinata e autonoma, mentre per la DIS-COLL la possibilità di cumulo con i redditi derivanti dalle sole attività di natura parasubordinata e autonoma, sempre che tali attività non generino un reddito da lavoro superiore a quello minimo escluso da imposizione fiscale.

Il lavoratore è in ogni caso obbligato a comunicare all’INPS il reddito annuo presunto ai fini della riduzione delle stesse.

I limiti reddituali riferiti agli anni 2023 e 2024 ai fini della compatibilità con le prestazioni di disoccupazione NASpI e DIS-COLL sono:

il limite di reddito annuo da lavoro dipendente/parasubordinato è pari a 173,91 euro per l’anno 2023 (invariato rispetto al 2022);
il limite di reddito annuo da lavoro autonomo è pari a 500 euro per gli anni 2023 e 2024 (invariato rispetto al 2022);
il limite di reddito annuo da lavoro dipendente/parasubordinato è pari a 500 euro per l’anno 2024.

L’articolo Nuove soglie di reddito per la cumulabilità di NASpI e reddito da lavoro sembra essere il primo su Ebinter.

Categories

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contributo nascite/inflazione

Domande presentabili a partire dal 15 Ottobre

 


L’Ente Bilaterale Territoriale del Terziario della Provincia Taranto, al fine di realizzare un sostegno per le famiglie dei dipendenti delle aziende aderenti, ha deliberato di assegnare a coloro che ne fanno richiesta, un contributo economico a sostegno delle famiglie.

Scopri i contributi dispobili

This will close in 0 seconds