ENTE BILATERALE TERZIARIO RIMINI: CONVEGNO “LA BILATERALITÀ NEL LAVORO CHE CAMBIA”

Tags:

L’Ente Bilaterale del Terziario di Rimini nella giornata del 21 novembre 2023 ha promosso, in collaborazione con Ebinter, Ente Bilaterale nazionale del Terziario, il convegno “La bilateralità nel lavoro che cambia”. Ottimi i numeri riportati dal direttore di Ebinter, Zabbatino: dal 2008 +36,7% di adesioni alla bilateralità di aziende e lavoratori. L’EBC Rimini è tra le realtà più attive del panorama italiano e coinvolge oltre 1.850 aziende e 8.600 lavoratori. Auditorium di Confcommercio provinciale gremito per l’evento che ha visto in platea imprenditori, lavoratori e consulenti del lavoro e al tavolo i rappresentanti sindacali e datoriali con il presidente di Confcommercio della provincia di Rimini, Gianni Indino e i segretari generali territoriali delle sigle dei lavoratori del settore turismo e commercio. Futuro che parte da una consapevolezza: lo sviluppo degli enti bilaterali del terziario è costante, anche nel difficile momento del Covid. A livello nazionale è passato dalle 113.500 aziende aderenti del 2020 alle 132.000 di quest’anno, con un +36,7% di adesioni dal 2008 ad oggi. Nondimeno, i dipendenti iscritti agli Enti Bilaterali sono passati dai 926.500 del 2020 a 1.150.000 quest’anno. A Rimini, sono oltre 1.850 le imprese aderenti e più di 8.600 i lavoratori coinvolti. Interessanti i numeri della bilateralità portati dal direttore di Ebinter, Giuseppe Zabbatino: “L’Ente Bilaterale del Terziario – ha detto – è una realtà matura, che dal lontano 1995 anno della sua fondazione ha saputo svilupparsi a livello nazionale e sui territori, che sono le sedi “del fare”: prestazioni e sostegno ai lavoratori e alle imprese, formazione e sicurezza in azienda, sono gli elementi che hanno portato al costante sviluppo degli Enti. Rimini, lo riconosciamo, è una delle realtà più frizzanti nel panorama italiano e per questo ringrazio dell’impegno tutte le parti: i numeri sono un’ulteriore conferma del buon lavoro che si sta svolgendo e che l’Ente nazionale supporta riversando risorse per i progetti presentati, come quello delle Buone Prassi che viene presentato in questa occasione”. L’intervento di Lanzetti ha posto l’accento più volte sul concetto di formazione, tema da sempre al centro dell’azione dell’Ente Bilaterale del Terziario. Gianni Indino, presidente di Confcommercio provinciale, ha ribadito il costante impegno della parte datoriale “per avere dipendenti con competenze fondamentali per l’azienda, ma anche dal punto di vista della sicurezza. Da parte nostra siamo pronti ad accettare le nuove sfide, più che mai oggi assistendo come imprenditori ad un cambio di paradigma, alimentato dalla ricerca di un nuovo equilibrio tra vita lavorativa e privata. Con l’Ente Bilaterale vogliamo accompagnare imprese e dipendenti dei settori rappresentati lungo questo nuovo percorso, per arrivare alla soddisfazione di tutti. In questo ci aiuterà il progetto “Buone Prassi”, con il quale andiamo a rispondere in maniera concreta, come è peculiarità dell’Ente, alle nuove esigenze che il mondo del lavoro sta ponendo”. Gli Enti Bilaterali continuano dunque in prima linea, a partire dall’incremento e dalla qualificazione delle competenze, con progetti formativi che diano risposte ai profondi cambiamenti in atto. L’Ente Bilaterale, punto di contatto e sinergia tra imprese e lavoratori, ma anche organismo che affronta un tema di grande importante come la sicurezza sui luoghi di lavoro tramite l’OPP (Organismo Paritetico Provinciale) poggia le sue basi sulla contrattazione collettiva.

 

Leggi tutto

 

L’articolo ENTE BILATERALE TERZIARIO RIMINI: CONVEGNO “LA BILATERALITÀ NEL LAVORO CHE CAMBIA” sembra essere il primo su Ebinter.

Categories

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contributo nascite/inflazione

Domande presentabili a partire dal 15 Ottobre

 


L’Ente Bilaterale Territoriale del Terziario della Provincia Taranto, al fine di realizzare un sostegno per le famiglie dei dipendenti delle aziende aderenti, ha deliberato di assegnare a coloro che ne fanno richiesta, un contributo economico a sostegno delle famiglie.

Scopri i contributi dispobili

This will close in 0 seconds